calvizie uomo

Calvizie Uomo

Calvizie Uomo, Sintomi, cure e rimedi. Nella popolazione maschile, l’alopecia è un fenomeno molto diffuso.

Sono tantissime infatti le persone che presentano forti stempiature, chierica abbondanti o addirittura hanno perso parte o quasi la totalità dei loro capelli.

Nel nostro sito trovi tutto ciò di cui hai bisogno sul problema della Calvizie e Alopecia.

Come capire se stai perdendo i capelli. I sintomi

L’alopecia maschile, come primi sintomi si manifesta con un aumento sensibile del diradamento nelle zone delle tempie. L’attaccatura dei capelli comincia a retrocedere, inizialmente in maniera quasi impercettibile, ma in costante aumento.

Nella maggior parte dei casi, questa é dovuta a ragioni genetiche.

Quando si perdono i capelli? Calvizie Uomo età

L’alopecia maschile solitamente si manifesta intorno ai 30 anni, se questo fenomeno comincia prima, intorno ai 18 20 anni, si parla di calvizie giovanile, mentre se la calvizie appare ai 40 anni, molto probabilmente è un fenomeno fisiologico.

Per mantenere i capelli, in caso di calvizie maschile, è importante agire subito, perché tanti prodotti, come gli anticaduta, possono dare grandissimi risultati, frenando la perdita e aiutando a recuperare dei capelli.

Calvizie Uomo Genetica

Quando un Uomo perde i suoi capelli, quasi sempre, questo fenomeno si deve a cause ereditarie. Recenti studi hanno dimostrato che la calvizie non viene ereditata dal padre, ma dalla famiglia della madre, per cui avere un padre pelato o con pochi capelli, non implica che lo sia anche il figlio.

Più probabile é che se il nonno materno, o lo zio hanno problemi di alopecia, il nipote possa ereditarlo. Queste sono le ultime ricerche scientifiche ad evidenziarlo, ma non vi è ancora una uniformità a considerarlo ragionevole, al di là di ogni dubbio.

calvizie uomo sintomi
La Scala di James Hamilton, che delinea l’avanzamento della calvizie Maschile

Alopecia androgenetica Uomo

La perdita di capelli, nella popolazione maschile, non è dovuta unicamente a cause genetiche, ma anche ad altre ragioni. Fra queste c’è lo stress, e controindicazioni a trattamenti farmacologici. In entrambi i casi, terminata la fonte che provoca l’alopecia, i capelli torneranno a crescere.

Va specificato però, che é necessario non sottovalutare il problema e prendersi cura della salute dei capelli, anche in questo caso si consiglia l’utilizzo di un anticaduta, o di integratori alimentari, sempre dopo averli sottoposti a parere medico, affinché la chioma non subisca danni dalla perdita.

Alopecia da Stress

L’alopecia da stress, conosciuta anche come alopecia psicogena, si deve a periodi molto stressanti e a cause psicologiche e in parte fisiche.

Questa forma di calvizie, si manifesta con diradamento nella zona frontale e vertice della testa, fino ad intravedere il cuoio capelluto. Ad oggi le cause scatenanti non sono del tutto chiare, ma è certo il circolo vizioso cui può portare.

Lo stress tende a provocare la perdita dei capelli, che aggiunge ulteriore preoccupazione. In questo caso, è importante curare la chioma, magari avvalendosi dell’utilizzo delle polverine per capelli, in maniera che quando lo stato psico fisico, sarà migliore i capelli possono tornare a crescere normalmente.

Ti suggeriamo di visitare la nostra pagina Calvizie FaQ dove troverai le risposte alle Domande più Comuni. Clicca qui u sull’immagine in basso.

calvizie domande
CALVIZIE FAQ
Le risposte alle domande più frequenti sulla Calvizie

Come combattere la calvizie maschile

Ai primi accenni di calvizie, cioè al primo diradarsi della zona sopra le tempie, stempiature, è importante agire subito. Per prima cosa uno Shampoo anticaduta può rivelarsi molto efficace.

Questo cosmetico può migliorare la condizione del cuoio capelluto, o la salute dei capelli, in maniera da fermare la perdita, e in certi casi favorire la ricrescita. Si tratta di soluzioni poco invasive, che non richiedono il parere medico, e possono portare a risultati molto soddisfacenti.

Se il diradamento invece è rapido, si consiglia una visita dal Dermatologo.

Per conoscere le Cure, i Trattamenti e le Soluzioni più efficaci contro la Calvizie, clicca qui o nella foto in Basso.

cura calvizie
CURA ALLA CALVIZIE

Calvizie Uomo Rimedi

Se l’obbiettivo é nascondere le Stempiature e la chierica, sono molto efficaci le polverine per capelli. Questo cosmetico non ha funzioni di cura alla calvizie, ma offre risultati estetici davvero sorprendenti.

Queste fibre infatti aderiscono al capello facendolo apparire folto e voluminoso, senza che nessuno possa mai notare questo trucco. Oltre al risultato estetico perfetto, c’è anche un appagamento psicologico di chi le utilizza, questo perché tornerà a vedere la propria chioma folta e voluminosa come era un tempo.

Cure alla calvizie, Minoxidil

Il Minoxidil è una cura all’alopecia di tipo farmacologico, può essere assunto per via orale o mediante lozioni. Evidenziamo che si tratta di un medicinale, che è stato sviluppato per altre problematiche, ma fra i suoi effetti collaterali, ha evidenziato un aumento dei peli e capelli.

La sua funzione primaria é di diuretico, e di controllo della pressione alta e ipertensione, mentre come lozione o crema, può provocare negli uomini e nelle donne una crescita dei capelli.

Il Minoxidil fa crescere i capelli?

La risposta sfortunatamente è “NI”. In alcune persone si riesce a rigenerare una ricrescita dei capelli, in altre no. Va però specificato che questo medicinale va assunto costantemente per almeno 3/4 mesi, senza mai sospendere la somministrazione, affinché possa apportare risultati soddisfacenti.

Finasteride, una cura contro la caduta dei capelli

Un altro medicinale contro l’alopecia, é la Finasteride. Anche in questo caso, la sua ricerca è dovuta ad altre patologie, e fra gli effetti collaterali ha portato a un incremento della crescita di capelli e peli rispetto al Minoxidil, può provocare gravi complicazioni, in quanto agisce sul testosterone.

I suoi risultati non sono del tutto chiari, in certi soggetti porta a una ricrescita, se utilizzato costantemente, in altri gli effetti benefici sono minimi. Per esempio questo medicinale non può essere utilizzato in caso di alopecia femminile, e anche per gli uomini va assunto sotto stretto controllo mendico, in quanto può produrre depressione, impotenza, diminuzione se non annullamento del desiderio sessuale, allergie, tachicardia, e infertilità.

Trapianto dei Capelli, soluzione definitiva alla calvizie

Sono tantissimi gli uomini che sognano un trapianto dei capelli per risolvere i loro problemi di calvizie.

Complici le pubblicità e le offerte stracciate. Ma è nostro dovere avvisarvi di ciò che può produrre in positivo e in negativo. Per prima cosa, si tratta di un operazione chirurgica in piena regola. Quindi va eseguita in una clinica adeguata e sufficientemente attrezzata.

Prima di sottoporvi all’intervento è necessario un controllo approfondito, il trapianto sposta i capelli, o parte del cuoio capelluto folto, in una zona diradata, per cui se la zona donante, in futuro sarà soggetta a calvizie, il risultato sarà vanificato.

Da qui viene la terza condizione necessaria, il monitoraggio post operatorio. La clinica che esegue il trapianto, deve seguirvi, per controllare se ci siano complicazioni o se il risultato potrebbe essere vanificato. Prima di acquistare proposte economicamente molto interessanti accertatevi che queste condizioni siano soddisfatte.

Calvizie Uomo. Conclusioni.

Il problema della Perdita dei Capelli in un Uomo è un fenomeno molto comune. Oggi è possibile rallentare, se non fermare la calvizie maschile, ma anche intervenire esteticamente, per annullare gli effetti.

Nel nostro sito troverai tutte le informazioni sui problemi della Calvizie, divise in tipologie. Clicca sull’immagine per accedere.